Proposta irrevocabile di acquisto Immobiliare

Cos’è la Proposta irrevocabile di Acquisto Immobiliare?

 La proposta irrevocabile di acquisto immobiliare (cercando di usare parole semplici) è un documento dove una parte (Proponente Acquirente) si impegna ad acquistare un casa alle condizioni specificate nel documento stesso ed il proprietario (Venditore) si impegna a venderla.

Dunque la proposta si può definire come un “pre-contratto” che si perfeziona solo e soltanto con l’accettazione di tutte le condizioni da parte di ambo i due contraenti diventando a un contratto ad effetti obbligatori.

 Quando si fa una proposta?

Dopo aver visitato l’immobile e fatto gli opportuni controlli, il Proponente Acquirente, al fine di “bloccare” la casa visitata, sottoscrive la proposta, rilasciando una caparra in genere con assegno intestato al venditore (non trasferibile).

Le caratteristiche della Proposta
Affinché si verifichi l’accettazione è necessario che le condizioni indicate nella proposta restino invariate o accettate nuovamente nel caso di contro-proposta.
Le caratteristiche della proposta sono:

  • l’impegno ad acquistare la casa entro una data fissata;
  • la descrizione dell’immobile
  • la dichiarazione che l’immobile è stato visto e piaciuto ed in regola con le normi vigenti dal punto di vista urbanistico-catastale, fiscale… che è libero da qualsiasi vizio, ipoteca…
  • il prezzo offerto per l’acquisto
  • Rilascio di una caparra o deposito fiduciario (approfondito più avanti)
  • Termine ed efficacia della proposta
  • Altro…

 La caparra o deposito fiduciario

 

La proposta con l’accettazione diventa un vero e proprio contratto con la conseguenza che, riferendoci alla norme generali dei contratti, l’oggetto debba essere suscettibile di valutazione economica.
La caparra ed il deposito fiduciario seguono normative distinte.

Parlando in ordine generale cerchiamo con quanto segue di prendere tutti i casi possibili:
Al momento dell’accettazione, l’Agenzia (custode) si impegna a versare la caparra al proprietario che accetta. La caparra, al momento dell’accettazione, sarà computata in conto prezzo.”
” Nel caso in cui la proposta non venisse accettata dal Proponente Venditore decade e l’Agenzia restituisce al Proponente Acquirente la caparra senza alcun interesse “

“La revoca da parte del Proponente Acquirente della presente prima della scadenza comporterà la perdita dell’importo lasciato a titolo di caparra, così pure in caso di indisponibilità a sottoscrivere l’atto di acquisto. In tali ipotesi non avrà diritto a richiedere la restituzione dell’importo versato.”

“Nel caso in cui il Proponente Venditore accetti la proposta ma non dovesse adempiere agli obblighi derivanti dall’accettazione, ovvero decida di non vendere più, lo stesso dovrà corrispondere il doppio della caparra lasciata al Proponente Acquirente”

CONSULTA LE NOSTRE PROPOSTE SU www.dueesseimmobiliare.com

Leave a Comment